Cremona costretto a saltare il Mugello

Il pilota di Costabissara, portacolori di A.P. Racing e ZPM Racing, non potrà partecipare al secondo round del Pirelli National Trophy, causa caduta durante la sessione di test.

Cremona costretto a saltare il Mugello

Un brusco stop quello che ha visto protagonista Roberto Cremona nelle ultime giornate, in virtù di un fuori programma che, nella sostanza, lo ha escluso dalla possibilità di presentarsi sulla grigia di partenza del secondo appuntamento del Pirelli National Trophy.

Il portacolori del binomio composto da A.P. Racing e ZPM Racing doveva essere della partita, questo fine settimana, all’autodromo del Mugello ma, quanto accaduto durante la recente sessione di test, tenutasi il 22 Aprile, lo costringerà a guardare i propri avversari dal muretto dei box.

Il pilota di Costabissara, complice dello sporco presente sul tracciato, si è visto protagonista di una caduta alla Biondetti 2, fortunatamente senza conseguenze fisiche, che ha danneggiato pesantemente la moto.

Il poco tempo a disposizione, per ripristinare i danni maturati, ha di fatto decretato il forfait anticipato del vicentino.

 

“Ci stavamo preparando al meglio per la gara del Mugello” – racconta Cremona – “e, ad essere onesti, non stavo nemmeno spingendo in quell’occasione. Sulla Biondetti 2 ho trovato dello sporco e questo mi ha fatto scivolare a terra. Nemmeno il tempo di rendermene conto ed ero già steso. Davvero un peccato perchè la moto si è danneggiata parecchio e, nonostante gli sforzi di A.P. Racing e ZPM Racing, non potremo essere al via questo fine settimana. Sono amareggiato, deluso ed arrabbiato ma non mi sento di assumermi del tutto la colpa. Resta il fatto che, dati alla mano, dovremo stare fermi a guardare. Una delusione enorme.”

 

Il colpo gobbo della sorte si amplifica ulteriormente in virtù dello storico di Cremona sul circuito del Mugello, dove si è sempre ben comportato nel recente passato.

 

“L’aspetto che più mi rode è che sia proprio accaduto al Mugello” – sottolinea Cremona – “perchè è una pista che conosco molto bene. Forse è quella dove riesco ad esprimermi al meglio se guardiamo i risultati precedenti. Spesso vengo qui ad allenarmi. Dopo un buon esordio, a Misano, avevamo le carte in regola per poter scalare altre posizioni in classifica.”

 

Il Pirelli National Trophy, dopo la tappa toscana, si prenderà una lunga pausa, prossimo appuntamento ad Imola per fine Giugno, e questo potrà certamente giocare a favore del ventitreenne da Costabissara, il quale avrà due mesi per ricaricarsi e ripartire all’attacco.

 

“La voglia di correre è tanta” – conclude Cremona – “ma, ragionando a bocce ferme, devo dire che questa lunga sosta permetterà a tutti noi di tentare di risolvere i problemi tecnici attuali, sulla mia Ducati Panigale 1299, sperando di poterci presentare ad Imola con un pacchetto tecnico di qualità e ricominciare a macinare chilometri per continuare il nostro apprendistato.”

Last News

Main Partner

Partnership

Vuoi rivitalizzare il tuo brand?